News

  • Lanteri: "Promossi per la determinazione. La squadra non si è accontentata del pareggio"

Lanteri: "Promossi per la determinazione. La squadra non si è accontentata del pareggio"

Le parole dopo il successo sul Castellammare C5 del tecnico granata

La Salernitana Femminile 1970 vince la prima di ritorno superando in trasferta, a Palermo, il Castellammare C5. Al termine del match, con l'ottavo successo per le granata, a parlare è stato mister Lanteri che sulla gara ha sottolineato 
"Il Castellammare ha fatto veramente un'ottima partita. Erano ben messe in campo,  cattive e reattive quindi, insomma, abbiamo trovato una squadra dall'altra parte che voleva vincere". 

Il mister sul primo tempo
"Il primo tempo, come tutta la partita, è stata equilibrata ma merito al Castellammare per la prestazione. Noi siamo state poco incisive davanti, sbagliavano passaggi semplici, eravamo frettolose e non marcavamo bene. Sembrava quasi che tutto quello provato in settimana non riuscisse, probabilmente anche per quanto messo in campo dalle nostre avversarie. Siamo state confusionarie e bloccate per buona parte del primo tempo, nel quale la nostra Giusy Di Monaco ha fatto delle parate importanti. Anche noi abbiamo avuto una grande palla gol con Gonzalez ma la rete di fine frazione, nata per una nostra disattenzione, ha premiato giustamente le padrone di casa".   

Il tecnico sulla ripresa
"Abbiamo provato a modificare qualcosa, tornando cosi sui i nostri canoni di gioco. Il secondo tempo, però, è iniziato sulla falsariga del primo. Non avevo la sensazione che le potessimo far male e quindi ho pensato di inserire il potere di movimento. Nei primi minuti non abbiamo sfruttato al meglio questa soluzione poi, con qualche aggiustamento, abbiamo raggiunto il gol del pareggio. Siamo rimaste in campo con il quinto di movimento per provare a vincere anche perchè notavo che il Castellammare era un po' in difficoltà nel difendere il nostro giro palla. Il guizzo ad un minuto dalla fine di Gonzalez ha ripagato la scelta fatta"

Lanteri sul successo
"La vittoria è stata importante soprattutto per i tre punti e perchè ottenere l'intera posta in palio anche quando giochi male da un segnale forte di crescita, di voler vincere le partite sporche anche quando non gira tutto come si vorrebbe. Siamo state brave nel crederci sempre senza accontentarci del pareggio. Restiamo in zona play-off e le ragazze, direi, stanno studiando sul come diventare una squadra davvero pericolosa per tutti. In conclusione Salernitana bocciata per il gioco ma promossa per la determinazione di voler vincere la partita nonostante tutte le difficoltà".

Il plauso alle ragazze:
"Eravamo comunque rimaneggiate per alcune defezioni. Brave alle ragazze che si stanno facendo trovare pronte come Fierro la scorsa settimana, Di Monaco in questa e Palumbo che sta trovando la giusta forma e l'inserimento ottimale negli schemi dalla squadra. Buon segnale perchè la rosa risponde al meglio e sopperisce ad ogni possibile assenza".