News

  • Castagnozzi leader silenziosa: "Possiamo crescere ancora, preferisco gli assist ai gol"

Castagnozzi leader silenziosa: "Possiamo crescere ancora, preferisco gli assist ai gol"

Parla la numero 4 delle granatine

Punto fermo di mister Pannullo, Maria Carmela Castagnozzi ha un ruolo importante nello spogliatoio granata e in campo, fungendo da chioccia per le più giovani: “Sento una certa responsabilità, soprattutto nei confronti delle ultime arrivate, per la loro crescita calcistica e umana. In campo ovviamente dò il massimo, ma faccio tanto anche nello spogliatoio per diffondere valori e spirito di gruppo. Cerco di dare una mano, dal punto di vista tattico, anche al mister, mi adatto a giocare centrale, anche se sono pivot. Cerchiamo di venirci incontro”.

Un collettivo giovane ma con ampi margini di miglioramento: “Per cementificare un assetto tattico ci vuole tanto tempo, ma sono rimasta colpita dal fatto che in pochi mesi le nuove hanno assorbito al meglio ciò che chiede il mister. Ovviamente c’è un margine di crescita enorme”.

Castagnozzi si focalizza sul campionato, con il match casalingo di domenica contro la Femminile Molfetta che incombe dopo un periodo di stop forzato: “Nel girone di ritorno comincerà un nuovo campionato, l’obiettivo resta la salvezza, poi magari punteremo a fare sempre meglio. Domenica giocheremo contro la seconda in classifica, già col Fasano capolista abbiamo dimostrato la nostra crescita. C’è stato il periodo di stop e abbiamo provato a lavorare molto dal punto di vista fisico, il mister poi ci ha dato nuove disposizioni tattiche. Molfetta è una squadra che ha grandi individualità, noi dovremo sfruttare molto il fattore campo, tornando a giocare a Pontecagnano, a causa anche degli infortuni che ci hanno ridotto numericamente”.

La numero 4 mette davanti a tutto i progressi della squadra, prima di quelli personali: “Il gruppo è unito e compatto e mi trovo a mio agio. Ho un rapporto speciale con Mariachiara (Iannaccone ndr) che va anche fuori dal campo, e vedo per lei grandi margini di crescita. Ha fatto grandi progressi e può farne ancora. In molte possono fare di più, dalle gemelle, fino alla piccola Giada. Lavorando insieme si può migliorare tutti. Io spero di continuare a fare un buon campionato, mettendomi a disposizione della squadra, preferisco comunque fare più assist che gol”.