News

  • Lanteri: "Non guardiamo la classifica, ecco cosa non mi è piaciuto. A Napoli per fare bene"

Lanteri: "Non guardiamo la classifica, ecco cosa non mi è piaciuto. A Napoli per fare bene"

Il mister delle granata frena l'entusiasmo dopo la terza vittoria di fila

Dopo il successo per 6-1 sul Meta Catania, valevole per il terzo turno del girone D di Serie B, a parlare in casa Salernitana Femminile 1970 è stato il tecnico Massimiliano Lanteri. Queste le parole del mister delle granata.

Sulla terza vittoria di fila
"La classifica non la guardiamo perchè sappiamo bene quale deve essere il nostro campionato. Ovviamente puntiamo a vincere ogni partita, ma siamo ben consapevoli di quale deve essere il nostro percorso quindi va bene così. Abbiamo fatto una vittoria bella a metà".

Cosa migliorare
"Dopo il 3-0 non mi è piaciuta la nostra gara, non ricordo di aver mai chiamato un time-out sul 3,-0, abbiamo smesso di giocare. Abbiamo incominciato a pensare solo a fare gol, ognuna voleva farlo per se stessa e nel finale del primo tempo e nei primi minuti della ripresa  abbiamo fatto male. Non siamo state una squadra, non eravamo noi perchè non prestavamo bene, Inconsciamente dopo l'espulsione c'è stato quello switch e siamo in tornati un'altra volta a fare quello che sappiamo. Penso che il risultato sia giusto. Abbiamo fatto un mercato importante perché abbiamo preso buone giocatrici anche se qualcuna fino all'anno scorso militava in C o con squadre retrocesse. Devono abituarsi a fare determinate partite che prima non facevano anche livello di concentrazione. Questo è stato un bel test. Sappiamo di dover migliorare a livello mentale perché solo cosi potremo veramente battere chiunque. Se lo abbassiamo si potrà perdere anche con chi adesso è a zero punti  ‚Äč".


Sulla prossima gara con il Napoli
"Con Napoli sono sempre belle partite, è un derby e le conosciamo bene. Sulla carta diciamo a Napoli, CMB ed Irpinia sono le favorite per il campionato, però ora siamo li anche noi. Noi giochiamo sempre per vincere, però dall'altra parte ci sarà una squadra forte e a questo punto, vista la loro sconfitta, anche arrabbiata. Magari arriveremo quel match senza troppe pressioni che magari avranno più loro giocando in casa. Speriamo di fare un'altra buona gara".