News

  • LA SALERNITANA SUONA LA SESTA SINFONIA: STRAVINTO IL DERBY CON L’AFRAGIRL

LA SALERNITANA SUONA LA SESTA SINFONIA: STRAVINTO IL DERBY CON L’AFRAGIRL

In attesa dello scontro al vertice che vede le ragazze di Mister Taffarel, sabato prossimo, impegnate nella difficile trasferta di Lamezia, la Salernitana Femminile sale al secondo posto in classifica, in compagnia della Woman Napoli, centrando il settimo risultato utile consecutivo ed il terzo derby di fila vinto. A farne le spese questa volta è stata l’Afragirl, affidata in settimana a Mister Boranga, che esce sconfitta dal Palazzetto dello Sport di Pontecagnano Faiano per 6 reti a 2, nell’undicesima Giornata del Campionato Nazionale di Serie A2. Dopo il rocambolesco 4 a 4 rimediato contro il Cus Cosenza, le granata ci tenevano di fronte al proprio pubblico, a portare a casa l’intera posta in palio. E’ riuscita, contro un’ottima Afragirl, a disputare una grande gara, a concretizzare al meglio le occasioni create e a convincere anche quest’oggi chiunque sugli spalti fosse venuto a vedere il match.

Analizziamo adesso la gara: Partita equilibrata, ritmo alto, azioni da una parte e dall’altra. Protagonisti i due portieri in un paio di occasioni, al 4’ Lanza in uscita respinge a terra l’incursione centrale di Aresu, e dall’altro lato é Russo a bloccare centralmente una conclusione di Pisani al 10’, e a controllare senza problemi un tiro dalla distanza di D’Angelo poco più tardi. Il derby stenta a decollare, la partita è ben giocata da entrambe le parti, la paura di sbagliare è la vera protagonista di questi primi di gara. Al 12’ la svolta: Diodato si libera lateralmente e fa partire un gran destro ad incrociare, su cui nulla può l’estremo difensore napoletano. Questa rete rompe decisamente gli equilibri, Moraca prova a dare una scossa alle sue, impensierendo Lanza dalla distanza, costretta a deviare in angolo. Per la Salernitana Pisani tenta una conclusione dal limite, al 17’, controllata senza problemi da Russo, per le napoletane da segnalare un’ottima uscita di Lanza sui piedi di Aresu, che era riuscita centralmente a sorprendere la difesa granata. A 48” dal termine dei primi 20’, punizione in seconda, dal limite dell’area: D’Angelo tocca per Pisapia, che fa partire un gran destro, spedendo la palla all’incrocio dei pali.

La Ripresa vede la compagine di Mister Boranga, cercare con insistenza di riaprire la gara: dopo le conclusioni di Moraca e Vecchione, che si perdono sul fondo, è proprio il numero 9 napoletano a trovare la rete del 2 a 1 al 8’, approfittando di una disattenzione difensiva da parte delle padroni di casa. Un minuto dopo, Lanza miracolosa in due circostanze: prima spedisce sul palo un’ottima conclusione di Moraca, poi respinge con i piedi un tiro insidioso dal limite. Nel momento migliore dell’Afragirl, la Salernitana realizza un uno-due micidiale: al 10’40” in contropiede Diodato serve a Pisapia l’assist vincente per il 3 a 1, e pochi secondi dopo ancora Pisapia, realizza la sua tripletta personale, con un eurogol da centrocampo. La partita entra nel vivo, l’Afragirl non ci sta ad arrendersi e cerca insistentemente di impensierire Lanza. Moraca al 11’40” conclude dalla distanza e, complice anche un pò di sfortuna, il palo colpito tocca involontariamente Pisani, che realizza un’autorete. Il match diventa bellissimo, la Salernitana con attenzione copre tutti gli spazi, l’Afragirl cerca con insistenza di recuperare il doppio svantaggio. Al 13’ Di Deo serve per Aresu un assist al bacio, che la numero 8 spreca, spedendo a lato. Diodato, dall’altro lato, pesca libera Moscillo, che dal limite calcia di poco a lato. Boranga pensa al portiere in movimento a 3’ dalla fine, e proprio in questo frangente Pisani intercetta una verticalizzazione da parte di Moraca, ed a porta vuota segna la sua prima rete stagionale con la maglia granata. Nonostante il triplo vantaggio la Salernitana continua a premere, anche per alleggerire la pressione ospite diventata molto insistente, e ci prova con Borrelli che al 18’ si gira dal limite e conclude di poco a lato. 17” secondi dopo Diodato tenta un’iniziativa personale, bloccata in uscita da Russo che involontariamente serve Pesce per il definitivo 6 a 2. Sul finire, Vecchione e Sangermano esaltano le qualità di Lanza, che in queste due occasioni, si è resa protagonista di due ottime parate, entrambe deviate in angolo. Prima del triplice fischio, da segnalare per la squadra di casa, dopo l’esordio di Capolupo avvenuto nelle partite precedenti, quello della giovanissima Rosa Pecoraro , giovane promettente della Primavera granata, che calca il palazzetto della serie A2 a soli 15 anni.
 
TABELLINO DEL MATCH

SALERNITANA FEMMINILE-AFRAGIRL 6-2(2-0 p.t)

SALERNITANA FEMMINILE: Lanza M., Lanza L., Pisapia, D’Angelo, Diodato
Pesce, Moscillo, Pisani, Capolupo, Pecoraro, Borrelli, Di Bello. All. Taffarel

AFRAGIRL: Russo, Aresu, Vecchione, Moraca, Di Deo
Cozzolino, Di Maro, Sangermano, Miele, Tagliaferri, Del Fiume. All. Boranga

MARCATRICI: 12’00’’p.t. Diodato(S), 19’12’’p.t. Pisapia(S), 8’00’’s.t. Vecchione(A), 10’40’’, 11’15’’s.t. Pisapia(S), 11’40’’s.t. autorete Pisani(A), 17'13’’s.t. Pisani(S), 17’50’’s.t. Pesce(S)

AMMONITE: Diodato(S), Di Deo(A)

ESPULSE: -

ARBITRI: Giuseppe Galasso(Avellino), Nicola Raimondi(Battipaglia). CRONO: Sante Garafalo(Battipaglia).

Giovanna Miano - Ufficio Stampa Salernitana Femminile